LE BUONE PRATICHE DEL NOSTRO ISTITUTO COMPRENSIVO:

 

1)   Giornalino  scolastico  d'Istituto

   Progetto giornalino scolastico

   Convenzione con Altirpinia

   Giornalino scolastico - ed. 2014-15

   Giornalino scolastico - ed. 2015-16

   

2) Elezione rappresentanti di classe degli studenti

     Regolamento elezione dei rappresentanti di classe degli studenti
     Mod. Verbale rappresentanti di classe studenti     

3) Elezioni Sindaco junior

    Regolamento Elezioni Sindaco Junior

 

4) Staff informatico degli alunni

     Regolamento staff informatico

 

5) Lezione di sicurezza

La sicurezza spiegata agli alunni. Nell’ambito del Programma Nazionale “SCUOLA SICURA”, il nostro istituto ha indetto la “Giornata della sicurezza” che lo scorso anno scolastico si è svolta in collaborazione con il Comando Provinciale VVF: un ciclo di lezioni di sicurezza tenute da ufficiali dei VVF direttamente ai ragazzi. Lo scopo di tale iniziativa è stato quello di promuovere nei giovani comportamenti improntati alla solidarietà e all’autocontrollo e favorire, nella scuola dell’obbligo, un’educazione incentrata sui rischi naturali dell’ambiente domestico e scolastico. Inoltre la scuola ha ricevuto l’invito a partecipare alla manifestazione POMPIEROPOLI – POMPIERI PER UN GIORNO che si è svolta ad Avellino.

 

6) Educazione all'affettività

La scuola è considerata la prima agenzia educativa preposta allo sviluppo della persona dal punto di vista educativo e culturale. Attraverso l’insegnamento delle discipline i docenti perseguono un obiettivo più ampio: educare i discenti dal punto di vista culturale, personale, emotivo, relazionale e sociale; dotarli di strumenti necessari per  poter affermare la propria personalità, sviluppare risorse  in campo didattico e tendere  alla convivenza civile. La scuola è designata come luogo di incontro, di integrazione, di formazione culturale e sociale, luogo dove conoscere se stessi e gli altri. Attraverso la realizzazione di alcuni progetti, in collaborazione con la locale ASL, la nostra scuola si propone di far acquisire agli studenti la consapevolezza della propria identità personale e sociale, che promuovi l’autostima e che gli faccia comprendere l’importanza e il valore culturale della correlazione tra identità, eticità e legalità.

 

7) Giornata della Legalità

 La scuola è impegnata da sempre e oggi più che mai a diffondere la cultura della legalità e della pacifica convivenza civile. A tal fine si intende formare studenti che abbiano rispetto per se stessi e per gli altri, rispetto per i doveri stabiliti dalla legge e che abbiano la giusta considerazione dei valori democratici quali: lavoro, libertà, onestà, fiducia, apertura, disponibilità, collaborazione, giustizia. E’ fondamentale fargli acquisire la coscienza di essere cittadini capaci di impegnarsi nello sviluppo culturale e sociale della comunità in cui vivono per poi divenire rispettabili cittadini del mondo. In quest’ottica la nostra istituzione scolastica predispone azioni educative efficaci sperimentando sul campo anche la cultura dei veri valori, dell’aiuto reciproco, dell’amore per il prossimo. In virtù di ciò il 19 marzo è indetta la Giornata della legalità in memoria di Don Peppe Diana.

 

8) Il "loro parere"

 Il nostro Istituto, a seguito dei lavori di ristrutturazione dell’edificio della sede centrale, ha promosso un’ iniziativa riguardante le riflessioni degli alunni delle classi terza, quarta e quinta della Scuola primaria e degli alunni della Secondaria di primo grado sui lavori di ristrutturazione e manutenzione realizzati nel periodo estivo. Si è pensato di coinvolgere direttamente i ragazzi, ascoltando prima di tutto il loro parere sul tema del decoro degli ambienti scolastici e, in un secondo momento, affidando loro piccoli incarichi di controllo e responsabilità di vari ambienti, per accrescere in loro la sensazione di appartenenza e il senso civico. L’iniziativa si è conclusa con la pubblicazione dell'opuscolo "La mia Scuola " che raccoglie disegni e testi con le testimonianze degli alunni.  

 

9) Protocollo neve

Il DS dell’I.C. “Criscuoli”, d’intesa con le due Amministrazioni comunali e il Consiglio d’Istituto ha proceduto alla regolamentazione di un protocollo circa le procedure da adottare in caso  di condizioni meteorologiche avverse. 

Procollo neve

 

10) Pubblicazioni

Nel corso dell’anno, compatibilmente con la disponibilità finanziaria la scuola promuove delle pubblicazioni realizzate direttamente dagli studenti su aspetti culturali ed esperienze didattico-educative ritenute particolarmente significative. Nell’anno scolastico 2015/2016 è stata prevista la pubblicazione di un opuscolo sull’importanza del decoro negli ambienti scolastici. 

Opuscolo Scuola dell'Infanzia

Libro scuolaok

 

11) Protocollo Bes non certificati

Vedi sezione: www.iccriscuoli.eu/area-docenti/b-e-s/

 

12) Pubblicazioni inerenti le attività svolte

Vedi sezione: www.iccriscuoli.eu/dicono-di-noi/

 

13) Servizio di garanzia giovani e servizio civile

Da alcuni anni la scuola ospita dei giovani tirocinanti come collaboratori nel settore amministrativo e bibliotecario, avvalendosi dei finanziamenti regionali e nazionali e di una specifica convenzione con il Consorzio Servizi sociali Alta Irpinia di Lioni che ci permette annualmente di beneficiare in maniera del tutto gratuita di professionalità nel supporto agli alunni disabili ed ai BES.

 

14) Accoglienza ed integrazione degli alunni stranieri

Dall’anno scolastico 2015/2016, ai sensi dell'art. 45 del D.P.R. 394/1999, il nostro Istituto ha adottato una buona pratica allo scopo di:

·      organizzare l'accoglienza e curare i contatti iniziali con le famiglie;

·      organizzare la fase di "osservazione" del bambino straniero neo-arrivato;

·      proporre le prove di rilevazione iniziale,

·      organizzare le attività didattiche necessarie per la migliore integrazione,

·      coordinare gli eventuali interventi dei mediatori culturali o di risorse di personale aggiuntivo che fossero destinati alla scuola.

 

15) La pagina della libera creatività

Nel nostro sito web a beneficio dei docenti e degli alunni è stata creata la pagina della creatività dove ognuno può pubblicare le proprie opere intellettuali e creative: disegni, progetti, poesie, racconti, resoconti, saggi e simili. Tale iniziativa ha lo scopo di incentivare la creatività in ogni sua forma.

Vedi sezione: www.iccriscuoli.eu/area-alunni/pagina-della-libera-creativita/elaborati/

 

16) Recite, saggi e concerti

Tradizionalmente prima delle vacanze natalizie ed alla fine dell’anno i bambini della scuola dell’Infanzia dei vari plessi rappresentano delle recite con  una partecipazione molto elevata da parte delle famiglie.

Negli stessi periodi dell’anno gli alunni della scuola secondaria si esibiscono in un saggio di strumento musicale (intermedio e finale) destinato non solo alle famiglie ma a tutta la cittadinanza.

 

17) Archivio fotografico d'Istituto

                 La scuola possiede un archivio fotografico cartaceo trasposto in digitale di ca. 1850 foto, alcune delle quali

                       risalgono al primo Novecento. 

               L’archivio viene annualmente integrato ed arricchito. Le foto sono esposte nella sede di Torella dei Lombardi.

 

18) Vademecum esame conclusivo del primo ciclo

La nostra scuola pubblica annualmente e consegna alle famiglie degli alunni interessati una guida illustrativa del calendario, delle procedure e della regolamentazione relativa agli esami conclusivi del primo ciclo

 

19) Giornate dell'orientamento scolastico

                  

La nostra scuola promuove annualmente, a beneficio degli alunni delle classi terze sec. I grado, alcune giornate di orientamento con la partecipazione dei docenti referenti delle principali scuole secondarie II grado del circondario.

                 Agli alunni vengono sottoposti accurati test psicoattitudinali prima della redazione del consiglio orientativo.

                Vedi sezione: www.iccriscuoli.eu/orientamento/

 

20) Progetto scout

Vivere in un ambiente decoroso ed ordinato, produce un senso di controllo ed un sentimento positivo che induce i fruitori di quell’ambiente a comportamenti accorti e positivi.

Partendo da questa considerazione, ad esempio, l’ex Sindaco di New York, per contrastare i fenomeni di vandalismo e degrado diffusi in alcune aree della sua città, ricorse ad una soluzione semplicissima: creò una squadra di soli 15 uomini che chiamò squadra  “SCOUT” dall’acronimo  di  Street Condition Observation Unit, con il compito di percorrere tutte le strade della metropoli per trovare ciò che c’era da aggiustare (buche, semafori, cartellonistica, muri imbrattati, congegni guasti ecc.) ottenendo risultati strepitosi che si possono riassumere in un unico dato numerico: il 94,3% delle strade tornò nel giro di pochi mesi in  condizioni perlomeno accettabili. Fu la prima volta che si sperimentò su ampia scala la validità della teoria della finestra rotta. Il senso di un maggiore controllo della città produsse sui cittadini un poderoso meccanismo di emulazione che amplificò in maniera esponenziale i risultati.

Qualche anno fa i sociologi americani James Q. Wilson e Gorge L. Kelling, dopo accurati esperimenti pervennero alla celebre “teoria delle finestre rotte” secondo la quale investendo risorse nella cura del patrimonio pubblico, dell’arredo urbano e degli spazi condivisi, si ottengono risultati migliori in ordine al rispetto delle regole ed alla convivenza civile, rispetto all’adozione di atteggiamenti meramente punitivi e repressivi. Da questa teoria e da quell’esperienza, le scuole sicuramente hanno qualcosa da imparare. Si è deciso, dunque, replicando l’acronimo di Bloomberg, di formalizzare la costituzione di un gruppetto di alunni (GRUPPO SCOUT), la School Condition Observation Unit, con il compito di contribuire a monitorare, controllare e migliorare le condizioni dei vari ambienti: aule, laboratori, spazi comuni, segnalando di volta in volta per iscritto le anomalie riscontrate.

Coinvolgendo direttamente i ragazzi, ascoltando prima di tutto le loro opinioni sul tema del decoro degli ambienti scolastici, ed in un secondo momento affidando loro dei piccoli compiti e delle concrete responsabilità in ordine al mantenimento del decoro negli ambienti della scuola, sicuramente si tenderà ad accrescere il senso di appartenenza ad un contesto ma anche il senso di responsabilità e partecipazione, in una parola la “civic-ness”, il senso civico.

 

21) Giochi matematici della Bocconi

La didattica della matematica deve tendere a rendere questa disciplina più interessante e più stimolante per tutti gli allievi. Si è voluto, quindi, valorizzare il ruolo del gioco logico. Da alcuni anni gli alunni dell’Istituto partecipano a due gare nell’ambito dei Giochi Matematici organizzati dal PRISTEM, il centro di ricerca dell’Università Bocconi di Milano. In particolare le classi partecipano ai “Giochi di Autunno” (fine novembre) e successivamente alle varie fasi (semifinale, finale nazionale e finalissima internazionale) dei Campionati Internazionali di Giochi Matematici. La partecipazione degli alunni alla semifinale provinciale viene coordinata da un Referente della nostra scuola.

 

22) Concorso provinciale "Paese mio"

                Il concorso è indirizzato alle scuole Primarie, Secondarie di I° e II° grado di tutta la provincia. 

                La partecipazione avviene mediante la realizzazione di  lavori individuali o di

                 gruppo con un ventaglio di elaborati inerenti le tre sezioni:letteraria, artistica e folkloristica

 

23) Protocollo prove paralelle

L’obiettivo di qualità di una istituzione scolastica è quello di perseguire il miglior successo formativo per il maggior numero di studenti ad essa affidati.

Per successo formativo il nostro sistema di qualità indica: “FORMARE ed EDUCARE ogni singolo studente affinché divenga un cittadino consapevole dei propri diritti ed in grado di assumersi le proprie responsabilità. Solamente in questo modo egli potrà infatti essere protagonista attivo nella società e nel mondo del lavoro.”

Con questo spirito, l’IC “Criscuoli”, sin dallo scorso anno scolastico, ha condiviso e stabilito in sede collegiale e dipartimentale, l’idea di somministrare in tre momenti diversi, in ingresso e alla fine del primo e secondo quadrimestre, delle prove uniche per classi parallele, a tutti gli studenti della scuola Primaria e Secondaria di tutti i Plessi afferenti alla sede principale.

Le Prove parallele, strutturate sul modello INVALSI, frutto di una condivisione di obiettivi e finalità, si inseriscono nell’ambito di un dibattito aperto sul tema della valutazione, momento cruciale dell’attività didattica e del ruolo docente.

Lo scopo principale per il quale il nostro Istituto svolge le prove, non è la competizione tra classi, tra plessi e tra studenti, ma  il desiderio di verificare  che tutti i plessi e tutti gli studenti camminino insieme verso il conseguimento di quanto dichiarato nel Curriculo d’Istituto e di quanto verrà poi documentato attraverso la Certificazione delle Competenze: non si vogliono fare classifiche bensì dare a tutti pari opportunità formative; l’obiettivo è migliorarsi, non dare giudizi, recriminare sulle difficoltà del contesto, chiudersi nell’autoreferenzialità della classe e del plesso

Protocollo Prove Parallele 

 

24) Iniziative varie promosse dal nostro Istituto Comprensivo

  • "UN DOLCETTO IN CAMBIO DI UN GIOCATTOLO"

Manifestazione di solidarietà promossa dall'Istituto Penitenziario di Sant'Angelo dei Lombardi durante la quale,  i nostri alunni,                           doneranno giocattoli destinati ai figli dei detenuti, ricevendo in cambio dolciumi offerti dalla società Ferrero.

  • NATALE AL CIRCO CON ALTERGON

 L'Azienda Farmaceutica “Altergon” di Morra De Sanctis, in occasione delle festività del Natale offre uno spettacolo circense gratuito agli alunni del nostro Istituto.

  • CONCORSO LETTERARIO "CAPANNESE" 

Il Concorso letterario intitolato allo scrittore toscano Renato Fucini è giunto a celebrare undici anni di attività grazie alla determinazione e all'impegno dell'Associazione Culturale Capannese. Il tema che viene proposto ogni anno è il seguente: “un momento particolare”. Momento particolare che può essere colto in un viaggio, dalla memoria personale e collettiva, in un'analisi introspettiva e sentimentale. Esso è un Concorso aperto a partecipanti italiani e stranieri e si compone di più sezioni. Quelle che ci riguardano per le fasce d’età dei nostri alunni sono: la sez. E (racconti e/o poesie collettive ed individuali) rivolto agli alunni della Scuola primaria, le sezioni C e D indirizzate invece ai ragazzi di età inferiore ai 18 anni. Il nostro Istituto è coinvolto da sempre in tale iniziativa grazie al gemellaggio che intercorre tra i Comuni di Montopoli Val d’Arno (PI) e Torella dei Lombardi.   Allo stato attuale è stato richiesto dagli organizzatori del premio di studiare una forma di collaborazione della nostra scuola con l’Associazione Culturale per la promozione e la gestione stessa del premio.

  • VADEMECUM DEI PICCOLI 

Opuscolo informativo sulle attività della scuola dell'Infanzia contenente la scansione della giornata scolastica ed una sintesi delle programmazioni annuali illustrate attraverso vignette colorate dagli alunni.                                     

Opuscolo Scuola dell'Infanzia

  • GIORNATE  TEMATICHE              

4 Novembre Giornata dell’unità nazionale.

27 Gennaio Giornata commemorazione vittime dell’Olocausto.

10 febbraio: Giornata del ricordo dei martiri delle foibe. In occasione della giornata della memoria, la nostra scuola ospita annualmente uno scrittore, un intellettuale un giornalista, un testimone diretto di fatti o avvenimenti connessi con la tematica in questione. Nell’ambito di un dibattito organizzato i nostri alunni sono chiamati a confrontarsi, attraverso quesiti e richieste di delucidazione con gli intervenuti e successivamente a relazionare sul significato dell’esperienza formativa svolta.

Giornata Desanctsiana

Presentazione del proprio paese (alunni Cicerone) periodo maggio/giugno

  •   GEMELLAGGI

La finalità primaria del gemellaggio tra scuole è la condivisione di comunicazioni, quasi come in un diario, di esperienze, vissuti, storie, testi, disegni, poesie e materiali legati alla vita quotidiana, agli argomenti delle lezioni con particolare riferimento agli aspetti espressivi e storico-geografici dei due territori. Nel nostro Istituto è consolidato il gemellaggio con il College “Paul Emil Victor” di Cranves Sales il cui scopo principale è la crescita personale degli alunni attraverso l'ampliamento degli orizzonti culturali e l'educazione alla comprensione e all'accettazione delle diversità. È quindi occasione di attività formativa e culturale, parte integrante della programmazione educativa e didattica della scuola. Inoltre le attività connesse al relativo progetto sono un importante stimolo per potenziare la qualità dell'insegnamento della lingua francese in Italia e italiana in Francia, con reciproci scambi di materiali e informazioni tra alunni e docenti. Nell’anno scolastico 2015/2016 si è intrapreso un secondo gemellaggio con l’I.C. di Asigliano Vercellese. Il progetto dal titolo “Sulle orme di Guglielmo”, muovendo dal presupposto dell’origine vercellese del Santo patrono dell’Irpinia, ha allestito un percorso di ricerca attraverso la visita diretta dei luoghi (Monasteri, Abbazie, località paesaggistiche) che furono teatro della vita del santo vercellese nel territorio dell’Appennino meridionale, con particolari approfondimenti relativi alla vita quotidiana all’interno di un monastero medievale. Gli alunni dell’IC “Criscuoli” di Sant’Angelo dei Lombardi hanno fatto da guida turistica ai pari età piemontesi, condividendo insieme a loro l’esperienza della scoperta, attraverso lo studio dei luoghi e dei personaggi storici. Una caccia al tesoro medievale svolta all’interno delle mura dell’abbazia, costruita direttamente dai nostri alunni secondo le modalità previste dal GAMES BASED CONSTRUCTION LEARNING, è stata il momento culminante dell’esperienza di scambio culturale con i coetanei vercellesi.